Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella relativa policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

Contatti: 06.200.00.82 - 06.200.00.83 - info@zucchet.com - 06.201.34.74

omonimi

FB Like
Le tarme prediligono i tessuti sporchi e sono particolarmente attratte dai tappeti e dai vestiti che contengono sudore umano e residui di altri liquidi. La tarma è conosciuto come un grosso infestante. Può trarre nutrimento dai tessuti come per esempio lana ma anche, come la maggior parte dei bruchi, da diverse altre fonti. Gli adulti non si cibano, i maschi adulti cercano le femmine e le femmine adulte invece cercano posti dove deporre le proprie uova. Le tarme si cibano di tessuti e fibre naturali; possono trasformare la cheratina, una proteina presente in capelli, peli e lana, in cibo. Sono attratte prevalentemente non solo dal cibo ma anche dall'umidità. Per quanto riguarda il ciclo vitale, dalle uova deposte escono le larve che cominciano fin da subito a nutrirsi, si impupano e successivamente escono sotto forma di adulti. Terminato il ciclo di riproduzione muoiono. A differenza di quello che si crede le tarme adulte non mangiando non causano alcun tipo di danno a vestiti o tessuti, solo le larve sono responsabili di tutto ciò dal momento che trascorrono il loro ciclo vitale mangiando prima di diventare adulte. Le tarme prediligono luoghi poco illuminati mentre le farfalle sono molto più attratte dalla luce.