Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella relativa policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

Contatti: 06.200.00.82 - 06.200.00.83 - info@zucchet.com - 06.201.34.74

omonimi

FB Like
I ratti sono praticamente similari ai topi ma di dimensioni maggiori e di anatomia e comportamento differenti. Ratto è un genere di roditore che comprende 56 specie. Le due specie più comuni sono il ratto nero e il ratto marrone, si trovano praticamente in tutto il mondo. I ratti potrebbero anche essere addomesticati; il ratto marrone è anche considerato un animale da compagnia molto diffuso nel mondo occidentale. Il ratto è in grado di correre molto velocemente e di compiere salti particolarmente alti. Le specie più comuni sono due, denominati Rattus rattus ovvero il ratto nero o ratto dei tetti e il Rattus norvegicus ovvero ratto marrone, surmolotto o ratto delle chiaviche. Entrambe le specie sono di dimensioni notevolmente maggiori rispetto ai topi e raramente superano i 55 grammi di peso. Il ratto nero e quasi sempre inferiore in quanto a dimensioni al ratto marrone ed è meno diffuso rispetto al primo. Queste due specie sono originarie dell’Asia e arrivarono in Europa e in Africa in momenti separati, in particolare il norvegicus, oggi molto comune, giunse in Europa alla fine del Medioevo e nonostante il suo nome si pensa non sia stato presente in Norvegia prima della metà del diciottesimo secolo. I ratti approdano in America e in Australia a bordo delle navi dei coloni.