Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella relativa policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

Contatti: 06.200.00.82 - 06.200.00.83 - info@zucchet.com - 06.201.34.74

omonimi

FB Like
I ragni fanno parte della specie di Aracnidi suddiviso in 110 famiglie che comprendono ben 42.751 specie. I due segmenti sono uniti da un piccolo pedicello di forma cilindrica. Il celoma pur essendo molto piccolo consente il passaggio dell'emolinfa che ossigena i tessuti ed espelle i prodotti di scarto. Sono artropodi provvisti di cheliceri e hanno il corpo suddiviso in due parti, cefalotorace e opistosoma, e otto zampe. A differenza della grande maggioranza degli artropodi, i ragni non hanno alcun tipo di muscolo estensore sul loro corpo, i movimenti delle zampe e del corpo avvengono attraverso delle variazioni di pressione del loro sistema idraulico. L'intestino si presenta molto stretto, per questo motivo i ragni non possono mangiare alcun tipo di materiale solido. Ad eccezione dell’unico sottordine più primitivo, ovvero quelli dei Mesothelae, i ragni hanno il sistema nervosi più centralizzato tra tutti gli artropodo e dunque come questi hanno i gangli fusi in un’unica massa all’interno del cefalotorace. Nella parte finale dell’addome sono presenti le filiere che estrudono la seta usata generalmente per avvolgere le prede ma anche per costruire le ragnatele. La seta prodotta dai ragni può tranquillamente essere considerata superiore a qualsiasi materiale sintetico finora elaborato in quanto a leggerezza, tenacia e soprattutto elasticità.